I protagonisti


Ìsmandri Rassùi Xeòphines

Ìsmandri Rassùi Xeòfines arriva a Vènia, nel cuore della martoriata regione rassuiàna di Val Pòria, come Sovrintendente di polizia civile, tra repressione militare e ribellione terroristica.  Leale ed impetuoso, concepisce da subito un obiettivo: garantire la legalità nella pace a tutti i cittadini della Valle. La sua forza sono le parole; e quelle azioni che, mai prima concepite, stravolgono l'insano equilibrio della guerra.


Dàmhaso Passàdia

Dàmhaso Passàdia ha trasformato l'orrore del lutto in rabbia da scagliare contro il Tiranno rassuiàno. Capo incontrastato dell'ala moderata della ribellione legusdèa, lotta quotidianamente per minare il dominio dell'oppressore. Protetto dal suo straordinario istinto di sopravvivenza, sa muoversi come ombra nella notte o esporre le insegne della sua lotta contro l'imponenza militare del nemico.



Sàdixiam Vinsèl Marxiàli

La creatura che incarna il mistero nel corso della narrazione.

Affascinante e ineffabile, chi è veramente?


Altri commissari capo di Val Pòria

  • Vènia: Mitrìa Ghèsci
  • Gàja: Làra Mehìdia
  • Lùna: Mìrtos Stedàris
  • Ràsia: Sàcti Donàri
  • Parsèa: (rassuiàna) Nàro Mykòs Miliàini
  • Parsèa: (legusdèa) Sèndar Fahìzi
  • Malèta: Pòla Nàdya Vàldes

 

Coprotagonisti (in ordine di apparizione)

  • Tolùia Minòs Zedìci: segretario di Sovrintendenza di Val Pòria
  • Danìeli Spiròs Sciàm: maggiore dell'esercito rassuiàno, comandante della squadra Fassìmica II di stanza fra Vènia e Dèsda
  • Gòri Xàber Mìkala: commissario capo della polizia rassuiàna di Dèsda
  • Sadìma Avèla Màli: agente scelto della squadra di polizia Xeòfines
  • Màio Skèla: commissario della polizia non riconosciuta di Dèsda
  • Lèam Gabèrca: combattente moderato legusdèo, secondo di Dàmhaso e fratello di Zannìca
  • Kòsmia Tàliman: membro superiore del Consiglio degli Autorevoli rassuiàno, zio in genìdio di Ìsmandri
  • Alìsi Màxem Còdritci: giudice del Tribunale di Vènia, collaboratore della Sovrintendenza

Altri personaggi (in ordine di apparizione/menzione)

  • Ruiàbi: compagno di Ìsmandri
  • Madràs: agente autista personale di Ìsmandri
  • Màrko Ucarìsia: consigliere delle Dinamiche interne del governo rassuiàno
  • Vìktor Obìska: predecessore di Ìsmandri alla Sovrintendenza di Val Pòria
  • Sàman Tardìskia: tassista di Vènia, autista privato di fiducia di Ìsmandri
  • Mèdit Lyno Giòrga: presidente della libera Repubblica di Rassùia
  • Dàriel Peròssima: comandante del corpo di polizia non riconosciuta della Legusìdia
  • Zannìca Gabèrca: combattente dèsdica, fidanzata di Dàmhaso
  • Màlij Bòthi: antico migliore amico di Ìsmandri
  • Dùrio Brèima Talkìsi: reggente del Governo non riconosciuto di Damhàsia
  • Fàri Lùmia: generale dell'esercito rassuiàno, comandante del distretto militare di Val Pòria
  • Tomèi Mercùri: giudice del Tribunale di Vènia
  • Dìnia Lurìca Canèmia: supervisora del tribunale di Vènia
  • Vico Spàrtia: sostituto Sovrintendente di Val Pòria
  • Dèio Marxiàli: padre di Sàdixiam, proprietario dei grandi magazzini dèsdici Marxiàli
  • Kènis Belìzdi: capo dello stato maggiore militare rassuiàno
  • Zavèldi: comandante generale del corpo di polizia civile rassuiàna
  • Dìno Gària e Valìssa Tògisci: giudici del tribunale di Dèsda, titolari del processo contro i terroristi legusdèi
  • Orso Ghèlia: agente di polizia rassuiàna, testimone dei fatti al Varco occidentale di Dèsda
  • Lùs Padìssi: tenente dell'esercito rassuiàno, braccio destro di Fàri Lùmia
  • Sàlvio Dìsceri: caporale dell'esercito rassuiàno, testimone dei fatti al Varco occidentale di Dèsda
  • Pètro Lùbici: caporale dell'esercito rassuiàno, testimone dei fatti al Varco occidentale di Dèsda
  • Màrko Lìdhia: sergente dell'esercito rassuiàno, testimone dei fatti al Varco occidentale di Dèsda
  • Còrona Tardìskia: nonno di Sàman, custode di un prezioso libro
  • Pàdriza Fìvra: curatrice legusdèa delle relazioni civili 
  • Sìdio Brusès: potente misterioso esponente della criminalità di Val Pòria
  • Nìkela Bòutef: capo dei ribelli moderati a Parsèa
  • Bahàli Cuptèra: capo dei terroristi oltranzisti di Dèsda
  • Tomàxo Sìrizi: mandatario per le relazioni extraterritoriali del governo non riconosciuto di Legusìdia
  • Alèxo Pòrtiza: capitano della polizia di Legùsica